Venipedia®

La costruzione del palazzo della Pubblica Libreria fu iniziata da Jacopo Sansovino nel 1537, sotto l’impulso del doge Andrea Gritti in un’area precedentemente occupata da banchi di vendita e da locande. La “Libreria” doveva ospitare la collezione libraria del cardinale Bessarione, donata alla Repubblica nel 1468 e divenire la biblioteca pubblica dello Stato veneto.

La realizzazione della Libreria venne iniziata dall’angolo del campanile, con un profilo omogeneo ed elegante: un loggiato continuo sopra un portico terreno, con triglifi e metope, e un loggiato superiore con fregi raffiguranti putti e festoni di fiori e frutta. Sopra il tutto si trova una balaustra con 3 obelischi angolari e varie statue di divinità classiche, opera di Alessandro Vittoria ed altri.

Inizialmente Jacopo Sansovino aveva progettato il tetto a volta. Nel dicembre del 1545, sembra durante un furioso temporale, la volta crollò. Il Senato lo fece immediatamente imprigionare e lo costrinse a ricostruire il tutto a sue spese. Sansovino modificò allora il progetto originale, realizzando un tetto a terrazza.

Continua a leggere:

Molto più di un accesso illimitato

7,99€ al mese, oppure 59€ l'anno

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa.
Puoi disdire quando vuoi.

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro.

Contenuti di cui ti puoi fidare.
Prima di essere pubblicato, ogni contenuto viene verificato su più fonti, scegliendole tra quelle più attendibili al momento della verifica. Ciclicamente revisioniamo anche i contenuti già pubblicati, perché siano il più possibile aggiornati e attendibili.
Video come al cinema.
Lavoriamo i nostri video come al cinema: alta definizione, colonne sonore professionali, post-produzione e trattamento del colore. La nostra produzione più recente ti offre anche video in 4K e Dolby Vision (in uscita nel 2022).
Fotografie bellissime.
Se è vero che un’immagine vale più di mille parole, una bella immagine non ha prezzo. Produciamo e utilizziamo fotografie di altissima qualità, coinvolgenti, ambientali, panoramiche, di reportage, a colori e in bianco e nero.
Perdersi è bello, se poi ti ritrovi.
Ogni contenuto è geolocalizzato. Questo significa che abbiamo mappato fisicamente ogni contenuto e che grazie a noi puoi arrivarci, puntualmente, con le mappe del tuo smartphone o tablet. E grazie a Sestante, il nostro motore di prossimità, ti diciamo anche cosa si trova intorno a te e vicino a quello che stai leggendo.
Sei parte di un movimento virtuoso.
Abbiamo sempre lavorato per ritornare valore, alle persone, al territorio, al futuro di tutti noi. Ogni giorno lavoriamo per migliorare il nostro impatto positivo sul mondo che ci circonda, con un impegno concreto che si chiama Venipedia Virtuosa. Il tuo abbonamento contribuisce a fare in modo che tutto questo sia possibile, a darci la possibilità di ampliare sempre più il raggio d’azione, supportando le realtà meritevoli. Ad esempio progetti innovativi di decarbonizzazione, progetti di riforestazione, progetti locali che hanno qualcosa da dire e generano un impatto positivo.
Nessuna pubblicità, nessun tracciamento personale.
Fin dalla sua nascita abbiamo voluto un design pulito, senza pubblicità che distragga la lettura. Non condividiamo i tuoi dati personali con terzi, non tracciamo cosa fai e usiamo solamente dati aggregati in forma anonima per capire come rendere migliore Venipedia ogni giorno di più.

Galleria immagini

Passando sotto i portici dell'edificio si ottiene una particolare prospettiva del dirimpetto Palazzo Ducale

Leggi anche